Chanel borse: icone intramontabili di stile

0
616

Iconiche ed intramontabili, le borse di Chanel attraggono da sempre le donne di tutto il mondo, per le forme innovative e raffinate, l’eleganza senza e l’adattabilità ai diversi tipi di stile. Scopriamo insieme quali sono i modelli più desiderati e le loro origini.

Chanel borse: la celebre 2.55

Sicuramente la più conosciuta ed apprezzata tra le borse della Maison parigina, è l’iconica 2.55, che deve il suo nome alla data di creazione, ovvero il febbraio 1955, quando la mitica Coco Chanel si apprestò a realizzare una It Bag, che consentisse di lasciare le mani libere, allontanandosi così dalle pochettes e dalle borse a mano, tipiche degli anni Cinquanta. Per ideare tale accessorio, la stilista trasse ispirazione dalle sacche utilizzate dai militari e dal modo in cui lei stessa indossava il binocolo all’ippodromo, ovvero lasciandolo cadere dal collo. Questo modello, infatti, è stato pensato per le donne dinamiche e sofisticate, che amano la praticità, ma non vogliono rinunciare all’eleganza.

Foto da Marie Claire

Tale borsa si propone in pelle ed è caratterizzata da un effetto matelassé, da un interno borgogna, che richiama la divisa da orfana che Coco aveva indossato presso l’Abbazia di Aubazine, da una catena regolabile, che permette di portare tale accessorio a spalla o a tracolla, nonché dalla chiusura rettangolare definita “Mademoiselle lock”.

Grazie alla sua versatilità, la 2.55 è diventata la borsa più famosa e più desiderata al mondo. Essa, infatti, non ha limiti di età e di stile: può essere abbinata ai look più sofisticati, come un pantalone maschile e una rigorosa camicia bianca, ma anche più casual e sporty, composti da jeans, maglietta e sneakers.

Foto da Elle

Chanel borse: la 2.88

Nel 1983, Karl Lagerfeld, rielaborando questa celebre 2.55, ha creato la 2.88, conosciuta anche con il nome di classic flap, la quale si differenzia per la presenza di un inserto in pelle che attraversa la catena, e per il “Double C lock“, ovvero la chiusura provvista dalla doppia C, inconfondibile simbolo della maison.

Chanel borse: la Boy

Un’altra borsa, che in poco tempo è diventata un vero e proprio cult, è la Boy, la quale è stata lanciata nel 2011, sempre dall’attuale direttore della maison francese, ovvero Karl Lagerfeld. Essa è dedicata, e deve il suo nome, al grande amore di Mademoiselle, ovvero Boy Capel. Il modello, che ha conquistato le giovanissime, ha un piglio decisamente più sbarazzino e uno stile più rock.

Foto da Gioia

Chanel borse: la collezione Gabrielle

Nella sfilata prêt-à-porter primavera/estate 2017 è emersa un’ulteriore icona di stile, destinata a durare nel tempo, ovvero la collezione denominata Gabrielle, che trae ispirazione dal mondo delle corse dei cavalli. Tutti i modelli che ne fanno parte, presentano la classica impuntura romboidale, la catena ed il logo in metallo della maison. Tuttavia, le forme di ispirazione classica, vengono accostate a design meno tradizionali e mai applicati dalla casa di moda, ovvero lo zaino e la shopper.

Come riconoscere una borsa Chanel originale da una falsa?

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Lookdafavola.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here